San Vito

NATURA E AMBIENTE

San Vito si trova in una vallata ricca di agrumeti e orti, cinta dai rocciosi rilievi del Parco 7 Fratelli-Monte Genis, mentre a pochi km dall’abitato si trovano le spiagge dei Comuni di Muravera e di Villaputzu.

La valle che ospita San Vito è percorsa dal fiume Flumendosa; gli itinerari s’inoltrano in un territorio selvaggio ricco di cervi, falchi e pernici, percorso da numerosi torrenti che formano laghetti cristallini tra i graniti e gli oleandri selvatici.


COSA VEDERE

Il turista che giunge a San Vito percorrendo la vecchia S.S. 125, detta anche Orientale Sarda, nella località di San Priamo è accolto dall’imponente Nuraghe Asoru, eretto nel 1400 a.C. circa e in parte ricostruito. Sempre a San Priamo, che appartiene al Comune di San Vito, si può ammirare anche la settecentesca chiesa campestre al cui interno è visibile una Domu de Janas  risalente al 3500 a.C.; nella cavità della Domu sgorga tuttora una piccola sorgente, oggetto di riti protosardi e nuragici legati al culto delle acque.


Non può mancare una visita all’affascinante miniera argentifera dismessa di Monte Narba, distante 4 km. da San Vito e sita a quota 659 mt, che é stata il fulcro dell’economia locale sino ai primi del ’900; seppure in stato di abbandono, sono visibili le testimonianze dell’attività estrattiva: il villaggio con la dimora dell’ex Direttore della miniera, la laveria, le gallerie, le discariche di minerali e i magazzini. All’inizio della strada che conduce alla miniera si possono ammirare le tombe neolitiche dette Domus de Janas.


Al centro dell’abitato la chiesa parrocchiale di San Vito – edificata nel 1750 circa – custodisce una bella statua lignea del Patrono. Nella località Santa Maria sono presenti delle rovine cartaginesi e quelle di un tempio romano.


ENOGASTRONOMIA

San Vito è nota per la bontà dei suoi agrumi, ortaggi e del locale vino Cannonau. La gastronomia si avvale di ingredienti del territorio con i quali si realizzano piatti saporitissimi: ravioli di formaggio fresco, arrosti, focacce farcite, miele e dolci di mandorle e mosto cotto, come ad esempio Sa Sapa.


ARTIGIANATO

San Vito è la patria delle launeddas, antichissimi strumenti a fiato, e ha visto nascere formidabili suonatori di questo strumento, tra cui il noto Maestro Luigi Lai. Già bronzetti nuragici del I millennio a.C. mostravano suonatori che imbracciavano le launeddas.


SEMBRANO ALGHE


Camminando lungo la spiaggia, soprattutto dopo una mareggiata, sulla spiaggia di Tiliguerta può capitare di incontrare la Posidonia Oceanica che, contrariamente a quello che si pensa, non è un alga…
Read more! Click here


TILIGUERTA DOG BEACH

…E’ nata, finalmente! Tiliguerta Dog Beach, la spiaggia che mancava.

La preziosa collaborazione con il Sindaco di Muravera (CA), Marco Fanni, e la comune sensibilità verso il tema dell’abbandono dei cani, soprattutto in prossimità delle vacanze, hanno reso possibile la creazione della Tiliguerta Dog Beach, un’area attrezzata in spiaggia completamente dedicata ai nostri amici a quattro zampe.

Read more! Click here