Escursioni, trekking e mtb



TREKKING

Visita guidata al Monte Ferru

Porto Pirastu si trova nel versante sud del promontorio di Capo Ferrato, è un porto naturale anticamente utilizzato dalle navi romane come dimostrano i numerosi ritrovamenti nelle sue acque di ancore e anfore. E’ dominato a nord ovest dal massiccio porfirico del Monte Ferru con la bella torre spagnola e a nord est dal promontorio di Capo Ferrato che lo riparano completamente dai venti che spirano dai versanti settentrionali: Grecale, Tramontana e Maestrale.

Interesse: geologico, botanico ed archeologico

Durata stimata: 3h

Lunghezza percorso: 3km (anello)


Visita guidata al Capo Ferrato

Il promontorio di Capo Ferrato è il prolungamento roccioso granitico e basaltico del Monte Ferru. Presenta sabbie chiare granitiche a sud e sabbie basaltiche scure a nord. Importante porta d’ingresso per le specie ittiche aliene come il pesce balestra e il barracuda, Capo Ferrato è anche meta obbligata per molte rotte di uccelli migratori.

Interesse: geomorfologico, botanico e storico

Durata stimata: 3h

Lunghezza percorso: 3km (a/r)


Escursione alle Cale

Cala Sa Figu è conosciuta anche come “baia delle anfore” la sua unicità deriva dalla presenza di antichi cocci di anfore romane rimasti incastonati negli scogli a pochi metri da riva (trappole morfologiche) che lasciano pensare a qualche tragico episodio avvenuto nel passato quando probabilmente alcune triremi alla fonda sono state sorprese da un’improvvisa mareggiata e distrutte sugli scogli. Due piccole spiagge completano un paesaggio selvaggio ricco di rocce e scogli. L’esposizione a Nord protegge la baia dai venti dei versanti meridionali: Scirocco, Ostro e Libeccio. Portu S’ilixi è la baia successiva a Cala sa Figu. La spiaggia diventa più scura per la presenza di minerali ferrosi; la granulometria della sabbia è molto fine e la composizione la rende particolarmente compatta. Interessanti le formazioni rocciose ai lati della spiaggia che rilevano l’origine vulcanica effusiva della caletta. Sul promontorio che divide le due cale è evidente un intrusione basaltica filoniana che forma una caratteristica grotta a livello del mare. Sulla parte più alta del capo sono presenti i resti di una costruzione nuragica.

Interesse: geomorfologico, botanico, archeologico

Durata stimata: mezza giornata

Lunghezza percorso: 8km (a/r)














SEMBRANO alghe


Camminando lungo la spiaggia, soprattutto dopo una mareggiata, sulle spiagge della Sardegna può capitare di incontrare la Posidonia Oceanica che, contrariamente a quello che si pensa, non è un alga…
Read more! Click here









TILIGUERTA DOG BEACH

…E’ ormai un punto di riferimento per i nostri amici a 4 zampe nel Sud Sardegna.

L’area si estende su 500 mq. e vuole dare una risposta alle richieste sempre più numerose di quei turisti che desiderano trascorrere…

Read more! Click here